Dove la qualità è OK e lavorare un piacere

Alla periferia di Zugo, non lontano dallo svincolo autostradale Zug-West e dallo shopping center Zugerland, sorge l’immobile commerciale di rappresentanza Prisma di Alfred Müller AG. Dal 1° aprile 2015 è stato affittato a Recommerce AG. Il CEO, Peter Oertlin, è fiero della sua azienda, che compra e vende cellulari e tablet sulla piattaforma online verkaufen.ch – e pian piano si lascia alle spalle l’immagine di start-up per affermarsi come realtà matura. In questo articolo ci racconta cosa significhi questo cambiamento e cosa lo lega personalmente a Alfred Müller AG.

È un venerdì mattina di fine marzo e fa freddo. La nebbia che avvolge Steinhausen, nel Cantone di Zugo, si dirada solo lentamente, scoprendo alla vista le montagne circostanti. Io però non ho tempo per le pause contemplative: il lavoro chiama. E il fascino che esercita su di me è ancora quello del primo giorno. Perché il concetto su cui si fonda Recommerce ha un grande potenziale: in sostanza, offriamo la possibilità di vendere apparecchi elettronici usati in modo semplice e rapido attraverso la piattaforma di acquisto verkaufen.ch. Il modello di business ha suscitato l’attenzione del mercato svizzero e la clientela è cresciuta a ritmo esponenziale: così, a pochi anni dalla fondazione, siamo già in grado di espanderci e di investire nel nostro marchio. Ad esempio, da settembre 2017 la superficie occupata nel piano interrato, inizialmente pari a 337 metri quadri, si è ampliata di ben 92 metri quadri. Alfred Müller AG ha concepito il piano terra dell’edificio per l’uso commerciale, mentre i piani superiori sono destinati a servizi e uffici. Era proprio questa combinazione di ufficio e laboratorio che cercavamo quando, nel 2015, la nostra sede di Rotkreuz ha cominciato ad andarci stretta e abbiamo dovuto trovare una nuova soluzione.

All’inizio non pensavamo di avere clientela di passaggio, il pilastro del nostro business è pur sempre l’attività online. Oggi, però, passano da noi circa 20 clienti ogni giorno – un’evoluzione del tutto casuale, che non rientrava nei nostri piani. Forse deriva dal fatto che questa zona è ben collegata: lo svincolo autostradale Zug-West dista solo pochi minuti di macchina, mentre le stazioni ferroviarie Rigiblick e Alpenblick sono raggiungibili comodamente a piedi, come anche varie strutture commerciali, impianti sportivi e attività di ristorazione. Grazie al sistema di condivisione anche la situazione dei parcheggi è ottimale. Di recente abbiamo rinnovato la zona d’ingresso dei nostri uffici al 1° piano. Mi piace la reception, luminosa e accogliente. In fondo, come partner di distribuzione di Apple, Samsung e Sunrise abbiamo anche un certo ruolo di rappresentanza.

L’immobile commerciale Prisma, a Cham, offre un mix variegato di superfici destinate a utilizzi differenti. La combinazione di locali per l’uso commerciale e uffici era proprio quello che Recommerce AG stava cercando.

Il progresso richiede nuove competenze

Chi fonda una start-up impara ogni giorno qualcosa. Vale anche per me, malgrado la mia precedente esperienza di direttore presso il portale di vendite all’asta ricardo.ch. Conosco il commercio online dell’usato come le mie tasche: tra il 2000 e il 2008 ho fatto decollare ricardo.ch, portando la squadra dei collaboratori da 4 a 160 unità. Malgrado questo, io e Rouven Küng – l’altro cofondatore storico di Recommerce – abbiamo dovuto ammettere piuttosto presto che senza tecnici era impossibile vendere cellulari usati. E una volta reclutati gli esperti, abbiamo beneficiato delle loro conoscenze per accedere a un nuovo ambito d’attività, ovvero il servizio riparazioni. Anche dal punto di vista tecnologico non abbiamo mai smesso di imparare: la componente più costosa di un cellulare è il circuito stampato, che viene irrimediabilmente danneggiato se entra in contatto con l’acqua. Per questo i telefoni di ultima generazione sono assemblati con la colla e non con le viti come in passato, proprio per renderli impermeabili. Un dettaglio importante! Chi di noi non ama ascoltare musica in bagno? Così facendo però, seppur involontariamente, esponiamo il cellulare all’umidità! Abbiamo quindi dovuto acquisire nuove competenze e procurarci attrezzature adeguate per riparare questo tipo di cellulari. I nostri tecnici acquisiscono il necessario know-how partecipando alle formazioni organizzate periodicamente da Apple e Samsung, obbligatorie per i partner di distribuzione.

Siamo del tutto soddisfatti dei locali e dei servizi messi a disposizione da Alfred Müller AG.

Peter Oertlin, CEO Recommerce AG

Un modello di business con grande potenziale

L’intero mercato del recommerce – ovvero il commercio di apparecchi usati – è ancora agli inizi. Ciò che per le auto è ormai un’abitudine consolidata, nel settore dell’elettronica sta ancora muovendo i primi passi. Ma già solo dal punto di vista ecologico, si tratta di un’idea intelligente. Con il nostro business garantiamo una riduzione notevole delle emissioni di CO2. Proprio per questa ragione, nel quadro dell’ultima fase di finanziamento, abbiamo ottenuto una fideiussione dal fondo di tecnologia della Confederazione. E poiché sempre più persone riconoscono l’inutilità di rincorrere a tutti i costi l’ultimo modello uscito, il mercato dell’usato cresce a un ritmo più rapido rispetto a quello dei prodotti nuovi.

Una partnership alla pari

I contatti con il nostro locatore, Alfred Müller AG, non sono particolarmente assidui. Ma se c’è qualche problema, si trova sempre una soluzione priva di complicazioni. Così è stato quando abbiamo occupato i locali tre anni fa e abbiamo avuto l’esigenza di adattare l’ufficio. D’intesa con Alfred Müller AG abbiamo potuto organizzare gli spazi secondo i nostri desideri e il locatore ha anticipato i fondi per finanziare i lavori. Noi rifondiamo i costi dell’investimento pagando una quota aggiuntiva sulla pigione. Così abbiamo il vantaggio di non dover investire il nostro capitale in immobili, bensì di poterlo usare per concretizzare la nostra idea di business.